Copa da Cerveja #2 (il primo weekend, non si scorda mai)

foto 1
cerveja e mister mexicano

Venerdì, ore 18.
27 gradi a Natal, 4,8 gradi la Altmuehlthal beer, lager bavarese.
Il Messico ha bomber Dos Santos, che segna dos gol sul filo del fuorigioco e gli vengono annullati. Isso lo striscione ‘Instant replay‘, la FIFA sentirà fra vent’anni, pazienza.
Camerun con modulo corriamo a caso e speriamo, Messico più organizzato. Assou-Ekotto  grandissimo look con capello cespugliato e bella corsa, adesso chiamo Sabatini e glielo consiglio. Gli aperitivi volanti della clientela si mescolano con le domande sulla partita.
Secondo tempo, apriamone un’altra. Messico in vantaggio con tifosi che ridono sotto le maschere da Ray Mysterio e sombrero. Camerun non fa molto per l’X, fa invece molto caldo nel bar,  con mezza noia finisce 1-0.

foto 2
01,35 mondiali notturni = bene

ore 00,10
Niente Spagna-Olanda che ci sono, strano, altri impegni.
Si arriva al centro da Copa Da Cerveja. 
Il tempo di ordinare il caffè e il Cile raddoppia. Pare in controllo ma gli aussie si gasano, accorciano e ci gasano, tanto che scatta tutto uno stappamento di Ichnusa notturne. Giocatore del match, bomber Cahill, in cui riponiamo le nostre speranze. L’Australia non ce la fa, nonostante il nostro tifo. Mondiale di notte, spettacolo, si arriva alle due quasi in carrozza.
Ciro Ferrara al commento, non si può sentire. Dai, fate dei test prima di mandare gente che non sa stare dietro a un microfono ma ha un passato.

foto 3
cerveja ed esultanza di Teo, bomber colombiano

Sabato, ore 18,30.
#copadacerveja come se non ci fosse un domani.
Prendi quella col cavallino, secondo me ti piace‘. suggerisce il barman. Ok.
Bollbier hell, St.georgen brau.
Guardiamo Colombia-Grecia con un occhio con l’altro si chiacchiera e si pianifica la notte dell’esordio italiano, passando in rassegna schemi di centrocampo e schemi a banco, calcolando la quantità di alcool applicabile ad ogni ora per arrivare a mezzanotte in stato pietoso o in stato di tifo regolare.
Si giocano delle quote per l’over delle tre partite serali, al due a zero colombiano ammettiamo che non stiamo seguendo il match, quindi ci vediamo dopo.
Il dopo sono le 21 circa quando nella porta girevole della modalità #copadacerveja si fa il bis del cavallino mentre la ‘Celeste’ dovrebbe dominare la Costa-cinderella-rica. Invece l’Uruguay è poca cosa, i costaricani sono ‘Pura Vida‘ segnano tre gol uno più bello dell’altro, ‘Tabarez va bene alla bocciofila‘ (cit.) e gli italici avventori del bar partono in quarta con calcoli da girone.

'hell' con tifoso italiano
‘hell’ con tifoso italiano

Quasi mezzanotte, trasferimento di gruppo nel posto dove è un classico guardare la nazionale.
Classicissima, la Augustiner Brau.
Terzino di spinta, centrocampo di palleggio, frecce inglesi che spingono, vantaggio con velo, pareggio con urla di disapprovazione, chiacchiere da intervallo, ‘se c’era Buffon ne prendevamo tre‘ (cit.), vantaggio di cresta, sofferenza, punizione clamorosa, tre punti con buona prestazione, applausi a una bella England.
Commento tifoso di Caressa inaccettabile.
(il giorno dopo ‘Pizzul tumblr’, bene sul pezzo)

 

 

foto 2 (1)
prosit con rimessa laterale nippo

Spedizione notturna per bombolone caldo e alle ore 03,05 plano al bar. Ancora Hell, ci sta. Costa d’Avorio-Giappone. Si commenta ancora l’Italia, nippon che vince. L’intervallo porta a parecchie defezioni, gli occhi crepati, il passo strascicato, buonanotte a chi se ne va. Pochi resistenti rimangono, fortunatamente la partita è bella. Entra Drogba gli ivoriani ne fanno due in un amen. 04,25 gol di Gervinho, la scommessa degli over è vinta, l’esultanza esplode in un big high five. Arrivano le cinque, triplice fischio per tutti, anche per l’eroico barman che dorme in piedi ormai.
Gli uccellini cantano euforici, è quasi l’alba, piove, con gli occhi a forma di ‘brazuca‘ ci si schianta nel letto.

 

foto (1)
‘gnomo’ cerveja con fan argentino

Domenica, 21 e rotti.
La birra della serata è quella dello gnomo.
Guardo mezzo tempo della Francia, bellissima maglietta. Gol/nongol/okgol, con gente che dice cose incredibili, questionando la tecnologica e fallendo.
Arriva gente, arriva mezzanotte. Argentina-Bosnia. La dichiaro imperdibile, gioco secco il 2. Primo tempo che è macigno sulle palpebre. La platea si disperde, il sabato ha lasciato ferite da riparare nel sonno.
Stanco come avessi giocato novanta minuti alle due del pomeriggio nell’umidità di Manaus, esco e trovo conforto nel fresco post pioggia, come bere galloni di Gatorade. Chiacchiere col compagno di nottata che resiste forte dei suoi vent’anni, la partita la accende un tiro col goniometro di Messi, la Bosnia accorcia, sogniamo l’X per il GASAMENTO notturno ma è troppo tardi. Finisce il weekend di tanto pallone che erano tanti anni che non ne guardavo così tanto.
Ci sarebbe l’Nba Finals, ma la recuperiamo domani.

#copadacerveja tornerà.
forse.
se volete prendere il testimone fate pure. le regole sono qui,  facili facili…

 

One thought on “Copa da Cerveja #2 (il primo weekend, non si scorda mai)

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s