qua è dove si urla ‘Fuck Yeah Robottoni!’

PRCol senno di poi e dopo due ore e qualche minuto di pura gioia, si sapeva che ‘Pacific Rim‘ sarebbe entrato dritto nei film da amare sempre.
Vivo in posti che ‘una volta era tutta campagna‘, ma anche un po’ adesso. In questi posti, andando in macchina per esempio verso il cinema della cittadina più vicina, si vedono campi di grano, con sopra balle di fieno. Sono belle rotonde (quelle rettangolari no, che fanno troppo modernità e poca romance) e si abbrustolisco al sole.
A quarant’anni, non ho ancora smesso di sognare a occhi aperti cose che non so se altre persone vedono. Come per esempio, robot (o mostri, dipende) che usano le rotoballe come munizioni per attaccare paeselli o per combattimenti in campo aperto fra robot (o mostri) di diverse fazioni. Un retaggio, probabilmente, di una gioventù passata, anche, ad inventarsi guerre fra mondi inesplorati con pupazzi e giocattoli e a fermare il mondo familiare per non perdersi la puntata di ‘Goldrake‘, lanciando lame rotanti per pomeriggi interi. Quindi, a me ‘Pacific Rim‘ lo han venduto in un secondo.
Robot grossi che difendono la terra dall’attacco di mostri grossi. Facile. Il film te lo dice fin da subito com’è. Facile, appunto. O ci stai o no. Se ci stai, preparati ad affrontare l’apocalisse, preparati a vivere un esperienza cinematografica diversa.
Una cosa diversa al cinema, è merce sempre più rara.
Non ricordo bene quand’è stata l’ultima volta che ero così contento e carico per andare a vedere un film. L’aspettativa troppo alta frega, a volte, ma questa volta, SAI NO. (ogni tanto, da qua in poi, scattano le maiuscole che come si sa è un modo per URLARE scrivendo, colpa del film che ti gasa un bel po’ RANGER!).
Il film è grosso, ma grosso che non immagini quanto finchè non lo vedi sullo schermo. E considera che noi lo abbiamo visto come NON andrebbe visto. Cioè in una sala da cento posti, in 2D. Già, perchè il film sarebbe da vedere, su grande schermo in 3D, in Imax, insomma più grande è meglio è. Però, da noi, in provincia, ciò non è evidentemente possibile. Il film viene proiettato nei tre multisala  a portata di mezz’ora di macchina, non nelle sale più grandi.
Ora, io capisco che ci sono persone a cui non frega niente dei robot, che ci sono uomini che si fanno scegliere il film dalle ragazze e virano su cose meno GROSSE. Però non capisco come mai una casa di distribuzione non pretenda certi standard. Costi? Probabile. Undici luglio, gente che va nelle piazzette e non a vedere uno stupido film di robot? Ci sta. Il gestore risponde alla nostra richiesta di spiegazioni, sul perchè il film non sia nella sala grande e in 3D, in maniera civile e con appigli tecnici. Hai la nostra comprensione e la nostra simpatia anche perchè ciao gestore, ci ha accolto all’apertura delle porte come due scolaretti in gita premio nel mondo dei MOSTRI GROSSI, ma dovevi lo stesso darci la sala più grande. Forse, ci sovviene, il film non è stato COSI’ spinto, all’infuori di un giro di gasamento duro nell’internet, padroneggiato dai capi delle recensioni del mondo.

un modo GIUSTO di promuovere il film (chissà se nelle città italiane c'erano posteroni così)
un modo GIUSTO di promuovere il film (chissà se nelle città italiane c’erano posteroni così)

Comunque, anche visto così, non al massimo delle sue capacità espressive, ‘Pacific Rim‘ è una MAGATA.
E’ un film che sposta secco l’asticella, molte tacche più avanti. Sarà molto difficile fare un altro film di robot, o di mostri, o di mostri contro robot, dopo questo. Un punto definitivo nella storia di un genere.
Dimenticate ‘Transformers‘ dove i personaggi non ti gasano e dove le scene d’azione sono troppo movimentate perchè Bay non sa cosa farsene dei robottoni se non sfasciare tutto a velocità supersonica di montaggio. Guillermo del Toro fa vedere mosse di wrestling fra robot di ferro e bestioni di ‘materiale alieno‘ e  in campo lungo, ha una padronanza totale dello schermo e ti lascia stupefatto minimo dieci volte nel giro di due ore (e qua vorremmo scrivere una lunga serie di MOMENTI CHE MOMAMA CHE ROBA, ma evitiamo per il bene di chi vorrà, ANDATE! ORA!, vedere il film). Inoltre ha Idris Elba che per chi non ha mai visto robette come ‘The Wire‘ o ‘Luther‘ è una novità, ma che è uno degli attori che ti inchiodano secco con uno sguardo, che ti viene da dirgli SCUSA anche se lui NON STA PARLANDO CON TE, Insomma, nonostante il doppiaggio distrugga una frase potentissima, perchè anche l’intonazione non è che si compra un tanto al chilo, c’è di che gasarsi. C’è anche molto di che restare a bocca spalancata, quasi feriti dalla potenza visiva di pugni sferrati, attanagliati dalla paura dell’apocalisse, avvinghiati nella lotta.

Usciamo, siamo al settimo cielo, io ho gli occhi che mi fanno male dalla gioia, my pal babbicciu ripete parole in caps lock come  ‘FIGATA’ ‘TOTALE’ ‘FILM DELLA MADONNA’ e sghignazza di gioia. Il gestore ci chiede se ci è piaciuto, noi diciamo ‘lo aspettavamo da mesi ed è un SI grandissimo’. Lui ci guarda a dice ‘Ah, sì?‘.
E niente, non c’è niente da fare. La provincia non avrà mai il giusto GASAMENTO e l’Imax. Ci accontentiamo delle rotoballe, da lanciare contro chi non vuole proprio capire, come sia possibile stare a mangiare una pizza dopo un film di robot, con gli occhi che dicono MACOSAHOVISTO e ripercorrendo il film scena dopo scena.
‘…e poi, com’è quando si …’.
Parliamo poi sempre e solo di cinema, forse parliamo di un pulsante che fa un CLIC bello grosso da qualche parte nel nostro sistema, ma comunque: HEY! PARLIAMO DI CINEMA!.

(post scritto sull’onda della visione ieri sera, grazie a Guillermo del Toro e babbicciu per le dritte e il copilotaggio, guardate i bellissimi titoli di coda e se si alza qualcuno prima punitelo con durezza e sotto, nei commenti, ci si tira SPOILER e navi in faccia come se piovesse)

5 thoughts on “qua è dove si urla ‘Fuck Yeah Robottoni!’

    1. forse, ad età diverse, ci sono attese diverse. il post della stimatissima leganerd è sbagliato perchè parte da assunti sbagliati. il punto non è la trama nè la profondità, sono fottuti robottoni che menano alla grandazza mostri spaziali. ciò che voleva deltoro, ciò che volevo io. poi, chiaro, si poteva fare di meglio, poteva davvero essere definitivo, sì. ma spiluccare ogni dialogo non ha molto senso. io mi son stragasato e lo torno a vedere in sti giorni.
      detto ciò che sapevi già -> grazie amici cinesi che avete fatto la fila per vederlo, così io mi sparo il sequel TRALLALLA’😉

  1. Aspe’…mica cosi’ in fretta.

    Sai bene quanto aspettassi questo film e la fotta fotonica che avevo prima ancora che uscisse qualsiasi cosa. Al tuo compleanno gridavo al miliardo. La sicurezza era Del Toro. Regista che amo e stimo per la profondita’ e l’auto ironia che e’ sempre riuscito a dare ai suoi personaggi passati. Hellboy e’ strafigo solo grazie a lui e al mondo cinico e ironico che gli ha creato intorno. “Ma che bel bambino!” “Non sono un bambino, sono un TUMORE!” (Cit. Hellboy1). In P.R. di tutto il passato di Del Toro ho ritrovato solo la cura di ogni piccolo dettaglio riguardante Fx, costumi e scenografia (anche se a tratti il green screen e’ una poverata inaudita). Il resto non esiste. Non c’e’. Lo svolgimento della storia e’ una cazzata galattica, gli attori sono uno meno credibile dell’altro (Elba compreso) e i dialoghi, mio dio i dialoghi…le comparse…ora che lo riguardi, dai un occhio al contorno delle scene di massa e guarda le espressioni dei figuranti…dove cazzo era Del Toro? A farsi le seghe sulle gocce di pioggia che devono rispettare la giusta gravita’? Porca minchia parlano per un minutaggio incredibile e sembrano girati e scritti da Moccia. Oh, poi magari doppiati funzionano meglio, ma in lingua sono una vigliaccata epocale. La grandezza delle scene d’azione funziona a meraviglia (visto in 3D IMax) ma il film non c’e’.

    Non mi aspettavo TDK, ma un blockbuster di Robottoni contro Mostri supportato da attori, dialoghi e intreccio e porco cazzo un po’ di ironia.

    Ho spinto il film senza vederlo (anche dopo la sua uscita) “Vai a vedere il talento di Del Toro! Coglionazzo che non sei altro!” Merda alla distribuzione che lo ha spinto male/presto/tardi/echipiunehapiunemetta” “Vai a vedere DIO”

    Poi ho visto il film, ad Hong Kong, nel suo ultimo giorno di programmazione e ho visto il FAIL.

    A parer mio un’occasione da 200M buttata.

    Speriamo in un sequel.

    Con stima

    M.

    PS. Causa P.R. ho pure perso la meta’ dei soldi finti guadagnati negli anni su HSX. Esticazzi.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s