di guerre americane di varie epoche (e una previsione sugli Oscar)

Appena in tempo per la cerimonia, ho visto due dei film che si contenderanno i premi.

zdtZero Dark Thirty‘ è la cronaca della caccia al nemico pubblico numero uno degli USA, post 9/11. Diretto (il film) e diretta (la caccia) da donne dure e battagliere in un mondo di maschi. Il parallelo fra regista e protagonista è necessario ed è anche il cuore del film. La Bigelow si cala nel documentarismo, il film dura troppo (problema di molti film recenti, pare che la Hollywood che conta non gradisca i film sotto le due ore e venti) e a volte perde di tensione, oppure, non ero molto interessato io alla vicenda. Bella la sequenza dell’irruzione (non è che sia uno spoiler, Osama viene preso, eh già) molto bella l’ultima inquadratura, così come la protagonista Jessica Chastain, da queste parti sempre ammirata e che spero di vedere in un vestito meraviglioso e col suo sorriso con la statuetta in mano. Splendide facce di maschi in giro per la pellicola e ci sarebbe dopo la visione da discutere di politica estera americana, volendo, ma non qui.
Bene, via, forse mi aspettavo di più, W la Jessica.
lLincoln‘ è la celebrazione, con sguardo alle vicende dei giorni nostri, di una delle figure più importanti della storia USA. E’ una sequela di attoroni e di professionalità altissime che danno vita alla lotta del Presidente (con lo script che si prende molte libertà storiche) per fare approvare l’emendamento costituzionale che pone termine alla schiavitù. Tutto bello e benissimo eseguito, certo. Manca però nella epopea spielberghiana, un pizzico di passione. A tratti, e molto a tratti nei primi venti minuti, sarà anche colpa della mia ignoranza storica, spunta la noia e qualche momento di stanca. Anche questo film infatti è bello lunghone e a tratti troppo didascalico, anche questo marchio di fabbrica del regista. E, oh, ma quante storie raccontava Abraham, eh?
Promosso, via, con sbadiglio. E domani, a caccia di informazioni storiche sul periodo ‘lincolniano‘ (si dice ‘lincolniano‘? non credo)
Per gli Oscar, detto che questa edizione mi lascia un po’ freddo e disinteressato, sarà un pochetto l’età che avanza, un po’ che non ci sono film memorabili, a parte due che porto già nel cuoricino cinefilo (‘Amour‘ e ‘Django‘) direi che…(rullo di tamburi)…la statuetta per il film se la piglia ‘Argo‘, perchè Ben Affleck mi è simpatico, argovaffanculo, Academy anche vaffanculo che non lo ha messo come miglior regista, Tarantino è già troppo celebrato, ‘Amour‘ è il più bello ma Haneke, giustamente, non lo vorrebbe, ‘Lincoln‘ no dai, troppo scontato, ‘Zero Dark Thirty‘ come quell’altro della Bigelow e della guerra, non verrà ricordato, il resto è contorno.
Per gli attori, Jessica e la canterina Anne Hathaway dovrebbero farcela facile, mentre per gli attori sarebbe bello il ‘combo‘ di coppia per ‘The Master‘ ma credo che D.D.Lewis arricchirà la sua bacheca (e in ‘Lincoln‘ è ovviamente bravissimo ma anche a lui manca un po’ la scintilla che Joacchino in ‘The Master‘ possiede) e pure Christoph Waltz, che resta il più figo, ha le sue chances.
Per la regia, Spielberg ahimè si porterà a casa un’altra statuetta, se ‘Amour‘ non vince il film straniero è un sacrilegio, mentre ‘I miserabili‘ prendono premi misti fra cui miglior canzone, gli effetti vanno a ‘The Avengers‘, ‘Ralph‘ spacca tutta l’animazione.
Per finire, sceneggiature: originale ad ‘Argo‘, per l’adattamento è una bella lotta. Dico ‘Django‘ in onore della verbosità, ma potrebbe vincere qualunque film, magari ‘Amour‘, magari ‘Moonrise Kingdom‘. Però se vince ‘Flight‘ vi giuro che non seguo più una cerimonia Oscar.
Domani, sapremo.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s