6 minuti, 2 euro, una piccola X

Versi l’obolo della due euro che magari uno storce il naso, però il fatto che la politica costa è piuttosto vero. Ti danno un foglio con scritto ‘certificato di elettore di centrosinistra‘ che fa un po’ ridere perchè non è, ovviamente, che ti fanno un tatuaggio mentale indelebile, non è che poi uno per forza vota sempre a ‘sinistra’, a parte i vecchi tipo me che si ricordano di quando facevano la X sul simbolo del ‘Partito’. Ti metti in fila, ma nel paesello alle otto e venti eravamo in due.
Fai una X.
La mia l’ho fatta, dopo averci pensato un po’ nei giorni scorsi, sul Matteo. Per due motivi: Bersani come personaggio (Papagiovanni a parte) mi è più simpatico, sarà l’emilianità, ma dietro di lui c’è l’ombra cupa di una sequela di sbagli politici e di comunicazione che manco io con le donne ne ho fatti tanti.
Il secondo è, cercando di pensare avanti, attorno a marzo, quando si voterà per le politiche vere. Ecco allora la mia paura è che i miei concittadini, di cui abitualmente non mi fido, stanchi e affascinanti da un altro imbonitore populista che faceva il comico nei magici anni ottanta, mettano in parlamento troppi, il termine è orrendo e sbrigativo e pure vagamente dispregiativo, grillini, che saranno, probabilmente temo, tenuti al guinzaglio da un blog e da urla distruttive di vaffanculo, parola notoriamente utile alle discussioni.
Spero, più che credo, che il Matteo (pur pensando che non è vero, come la ormai noiosa litania anti partiti ha certificato come verità negli ottimi comizi da bar degli ultimi anni, che i ‘giovani’ siano sempre e per forza meglio), possa contrastare la prevedibile marea di voto di protesta populista. E spero anche possa diventare un bravo Pres.del.Cons. nel caso, che una sera l’ho sentito parlare e mi son quasi stupito a pensare ‘Bè, niente male.
Detto ciò, quello che mi piacerebbe davvero sarebbe che molti, anche chi non si riconosce nel certificato che consegnano, oggi andassero. Anche se è Novembre, è grigio, anche se chissenefrega, tanto domani c’è sempre la possibilità di mettere un like a una divertentissima foto anticasta su FB.
Andassero, soprattutto, perchè questa cosa delle primarie, da qualunque parti si guardi, è cosa buona e giusta, tanto alla fine di una marea di parole inutili, uno dei pochi gesti che contano, è andare, stare pochi minuti in fila e fare una X su un nome. Scegliere, in piccolo, anche turandosi il naso, come diceva uno che la sapeva lunghissima.

(se vuoi leggere cose scritte meglio sulla questione pro/contro Renzi: un post pro e uno contro. Quello pro ha punti di ragione e di speranzone, quello contro mi trova d’accordo anche sul finale, ma come dice un’amica, sono una persona contradditoria)

4 thoughts on “6 minuti, 2 euro, una piccola X

  1. LOL sul finale. Io alla fine dopo giorni e giorni di rimuginare e cambiare idea ho meso la mia X da qui, si fa tutto via sms e online, facile facile e non mi hanno neanche chiesto i 2€. Speriamo bene.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s