berg5, taylor1, affondato

(spoiler nei tag e forse nel testo, ma tanto davvero pensi ci possano essere spoiler su questo film?)

Prendi una parte marittima ma non solo di ‘Pearl Harbour‘, una parte metallica ma non solo di ‘Transformers‘, aggiungi un pochetto di ‘Armageddon‘, spandi corposa guarnizione di effetti speciali e BOOM! e servi su un guanciale a forma di bandiera americana costellata di stelle cucite con l’onore e la dedizione alla patria. Come contorno un bel secchiello di popcorn formato maxi ed ecco il blockbusterone clangclang coi robottoni dentro dell’estate americana.
Se qualcuno va a vedere un film del genere e se ne esce con la solita frase da zero pensiero ‘che americanata‘ esca subito da questo post.
E’ pagato in dollari, pensato per ragazzoni coi bicipiti grossi che spendono dollari e hanno la bandiera piantata nel cortile o appesa nella cameretta, contiene stars&stripes in ogni linea di dialogo, ogni pallottola, ogni formato di eroismo da grande schermo. E’ fatto per tifare per il proprio team senza se, senza dubbi, senza esitazioni. E’ un film dove c’è la frase ‘facciamo il culo agli alieni‘, è un film dove c’è un pezzo degli Ac/Dc che dà il la alla carica, è un film dove ci sono i ralenti su sguardi intensi di coraggio e gocce che cadono da mascelle squadrate di orgoglio ed eroismo. E’ questa roba qua e direi che ci siam capiti.
Gli spettatori, me incluso, di una rappresentazione delle otto di sera in un multisala grosso del centro dell’Emilia fanno il tifo e si divertono e alla fine molti, me escluso, applaudono anche trascinati dall’entusiasmo.
Il posizionamento delle pedine del gioco iniziale è fatto con la grana grossa, Taylor Kitsch continua a provarci ad essere la next big thing dell’american movie ma secondo me non ci riesce che gli manca ancora qualcosa, c’è Rihanna che non c’entra niente ma fa lo stesso, c’è una debordante bonazza, ci sono dialoghi a tratti imbarazzanti ma poi tutto BOOM! esplode e si va via spediti e agili.
Fortunatamente il film ha il grande pregio di non prendersi mai sul serio, di avere un’idea brillante per richiamare il gioco a cui si ‘ispira‘, un oggettino rotante spaccatutto molto interessante, almeno due momenti di citazionismo spinto ma divertito, oltre chiaramente a applausi di gioia per chi ama gli effettoni, i suoni sparati a manetta dei robottoni in azione, proiettili grossi che si autocaricano e BOOM! e non è che ci sia molto altro da dire se non comprare i popcorn.

(il termine ‘BOOM!’ è stato utilizzato quattro volte nella redazione di questo post)
(a proposito di patriottismo, il film negli US uscirà fra due settimane e per me incasserà un botto. laggiù, danno il premio Pulitzer a questo articolo e nel film uno degli eroi è un soldato menomato da ferite di guerra, tutto torna)
(la pellicola ha il seal of approval della marina americana, che ha prestato corazzate, musei su acqua e altro ancora)

(fra serialità tv e cinema, c’è un filo rosso a doppio legame fra questo film, FNL e l’essere ‘all-american’. al riguardo il profilo esasutivo del regista che si accoda con perizia sul solco di Michael Bay, si trova su ‘studio’)

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s