so long, and thanks for all the posts

Oggi chiude Splinder. E’ un’infamata però è così. Il mio primo blog era su Splinder e lo cancellai perchè mi vergognavo. Pensa te. Poco dopo ne aprii un altro. Un posto per scriverCI.
Il primo post era del febbraio 2005. Una recensione di ‘Sideways’. Mi era piaciuto. In mezzo, tanti post su “country boyz“, trasferte sportive, serate e incontri, tentativi letterari in blog, musica e cinema.
Lo chiusi tre anni dopo, febbraio 2008. Con una citazione dei ‘Baustelle‘. Esagerato.
In quegli anni mi sono appassionato ai blog. C’era gente fichissima su Splinder. Valido, Insegna Provvisoria, Monterey, Sciampagnino, MilNyc, TrentaMarlboro, Confuso e tanti altri che sicuramente dimentico. C’era bella gente che poi ho avuto la fortuna di conoscere (Kappler, GingerTea, Tigra, Parmachiara, OneForThePot). Alcuni hanno abbandonato la scrittura per blog, altri ancora sono migrati quassù o in altri lidi, per fortuna.
E niente, mi sembrava giusto dedicare due righe, un piccolo epitaffio, al posto che mi ha ospitato per tanto tempo.
Non l’ho salvato, ho copiato qualche post che rimarrà in una cartella a prendere polvere.
E, io mi diverto ancora a scrivere dei post. Anzi, forse mi diverto di più.
Bè, so long Splinder. And thanks for all the posts.

One thought on “so long, and thanks for all the posts

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s