Dei film inutili in due ore inutili

…e fu così che complici due ore di inaspettata libertà a causa di un guasto telecom che privava l’ufficio di tutte le linee telefoniche, me ne sono andato al cinema più vicino. il menu delle proiezioni delle sei e qualcosa: film italici da evitare come il male, ‘salt‘ e ‘cattivissimo me 3d‘. di mettermi gli occhialini, manco a pensarci, ricordo la stroncatura dei 400calci e mi fiondo sull’angelina.

prima dell’angelina il trailer di ‘burlesque‘ su grande schermo gronda orrore e fail da tutte le parti, la pubblicità di bersani che si arrotola le maniche mi fa ridere che a me quando parla viene sempre da pensare ‘adesso dice w il liZio‘ , due badanti qualche fila dietro che parlano fittissimo e a voce altissima e poi il film.
che inizia con angelina in completo intimo sdraiata su un pavimento sporco di una sporca cella della sporca coreadelnord che urla ‘non sono una spia‘ per poi subire il waterboarding che ormai lo mettono in tutti i film. non vuoi dire una cosa? bon, ti sparo un po’ di waterboarding, così tanto per fare. poi la salvano, poi c’è uno spiegone, poi la accusano di nuovo (senza waterboarding),  e poi inizia il film. dove l’angelina, non più in biancheria intima, salta da un mezzo di trasporto all’altro con grande agilità, cambia colore dei capelli, si infila ovunque, spara, mena, scalcia fino al finale. che è brutto da vedere e che non rivelerò perchè magari vi fidate più di roger ebert che promuove il film che di me che dico: ‘film inutile dell’anno’. oppure ‘film che poteva essere ambientato a cavallo degli anni novanta più brutto dell’anno’. Eh già, poichè ci sono di mezzo i russi che doppiati parlano sempre con quel terribile accento troppo russo (con bonus di un tetesko ke parla kon l’azzento tetesko) e la guerra fredda che ci manca tanto e le cellule dormienti e le testate nucleari e che palle gli anni novanta e la guerra fredda.
sì l’angelina fa di tutto e di più, inclusi flashback-spiegosi che lasciamo stare, si traveste pure da uomo scatenando anche un momento di LOL involontario e per il resto è tutto terribilmente serioso, scontato e non c’è una, dico una frase da ricordare, nè una scena (no, dai, una scena bella c’è) da ricordare. sì, c’è l’azione, ma con il nulla, labbroni e occhioni di angelina a parte, dentro.
giusto perchè c’era un po’ di voglia di andare al cinema, perchè un brutto film ogni tanto bisogna vederlo e per riempire due ore prima di una cena con amici.
alla fine forse erano meglio gli occhialin…mh, no.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s