Up in the nuvole

La vita di Ryan è un lungo viaggio fra le nuvole, aggrappato alle sue certezze, al suo trolley accuratamente preparato e a uno zaino vuoto. Quando è a terra con bravura e calcolata compassione licenzia le persone per conto terzi. Quando è in volo con disciplina e caparbietà accumula miglia e carte non solo plastificate contenenti bonus per corsie preferenziali, obiettivi discutibili e servizi dedicati.
Due donne e una coppia “di cartone” metteranno in discussione tutto il suo mondo.
Nascoste, ma non troppo, tra le pieghe dei sorrisi di frequent flyers e giovani speranze con le idee quasi chiare, ci sono un sacco di domande sulla solitudine dell’uomo contemporaneo, sulla famiglia e sull’amore. Una storia apparentemente leggera ma in realtà molto profonda, avvolta nel cinismo ma non senza un barlume di speranza che si dipana fra check-in di relazioni fugaci e check-out di personale in esubero.
Una commedia con passo romantico che si trasforma e diventa una fotografia spietatamente attuale delle difficoltà relazionali e sociali odierne.
Un film intelligente ricco di dialoghi brillanti, recitato con bravura, bellezza e misura, non scontato e ricco di spunti con aggiunta di bella colonna sonora intrisa nel folk e un paio di guest-star coi fiocchi (il pilota soprattutto…)

Postilla di costume: forse fin troppi spunti per le ragazze in libera uscita sedute alle mie spalle, dedite soprattutto ad emettere sospironi con aggiunta di commenti gossip-trash ogni volta che brizzoGeorgie mostra un sorriso, un capezzolo, un pezzetto di schiena; un film sicuramente troppo intelligente per un paio di sbadigliatori maschi e per un troglodita che si congeda dalla visione con un sonoro “che cagata” riportandoci drammaticamente sulla terra dei cachi.

Natalie: Mi ha lasciato via sms.
Ryan: Wow. E’ come essere licenziati via internet.

2 thoughts on “Up in the nuvole

  1. Sì, Reitman con questo film è tornato ai livelli ottimi di “TYFNSmoking”. In Juno si era un po’ perduto nei maglioncini a righe diciamo… E siamo contenti.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s