Calibro otto ad Appaloosa

Nel villaggio polveroso, chiamato dai saggi del luogo per contrastare
le aappaloosangherie del cattivo di turno, arriva un nuovo sceriffo.
Armato di mano veloce, sguardo di ghiaccio e aiutante.
Ora, se l’aiutante è interpretato da Viggo Mortensen, l’attore davvero più figo in circolazione e se l’aiutante è dotato di un fucile calibro 8 (in pratica un canne lunghe a doppio colpo) che porta sempre con sè come fosse una seconda pelle, questo post potrebbe continuare semplicemente scrivendo “canne lunghe” “calibro otto” “viggo mortensen” a ripetizione.
Invece, fortunatamente, “Appaloosa” non è soltanto la grande interpretazione (o il ruolo che calza a pennello, fate voi) dell’attore più figo in circolazione, ma anche un bellissimo western di frontiera, dove per frontiera si intende un luogo dove la legge veniva fatta in cinque minuti con una firma in bianco per il nuovo sceriffo e dove le donne sono più pericolose delle colt.
Fra polvere, molta luce, paesaggi di stampo “classic western”, che qui sono sempre molto apprezzati, la storia si sviluppa sui conosciuti binari del genere con aggiunta di triangolo amoroso con cattivo a fare da quarto incomodo, in un piccolo villaggio del selvaggio west con protagonisti lo sceriffo tutto d’un pezzo Ed Harris in tripla veste di attore, regista, sceneggiatore (canta pure una canzone, stando ai titoli dicoda), l’aiutante di poche parole, fucile sempre, fedeltà e saggezza a vendere (un personaggio già da inserire nella galleria dei migliori dell’anno, vedi scena finale), la donna dalle gambe aperte e sorriso languido per ogni maschio alfa sia nei paraggi  e del cattivone di turno, un ottimo J.Irons.
Unico neo: Ms.Zellweger ormai non si guarda più davvero.
A parte l’imbruttimento notevole, il suo personaggio meritava una pallottola dopo circa quattro secondi, quindi, almeno funziona.
E comunque, canne lunghe, Viggo Mortensen, fucile calibro otto, cazzo.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s