2009, cinema!

Una donna fugge nel bosco dietro casa per rendersi conto di sogni spezzati e vite infrante. Mentre torna nel villino per affrontare la sua vita distrutta, sente il suo vicino urlare contro una gioventù sbandata. Il vecchio ha due passioni. Bere birra sotto al portico e una macchina di un tempo che non c’è più. Mentre si prepara per la sfida finale (poichè c’è sempre un duello in un mondo di pistoleri) gli sfreccia accanto una Ford modello A con a bordo gangster dai bei cappotti che svuotano caricatori di mitra durante una fuga. Il loro capo poi se ne andrà al cinema a vedere se’ stesso morire a testa alta. Mentre esce incontro al suo destino, nella sala a fianco un regime in scadenza celebra i suoi eroi. Peccato che un gruppo di bastardi fichissimi, con l’aiuto di un’ebrea francese bellissima, rovini la festa. Il capo dei bastardi per festeggiare lascia il suo marchio di infamia su un cacciatore di ebrei, in un bosco con la neve. E’ lo stesso bosco in cui si aggira un padre intento a procurarsi il nutrimento per la sua bimba vampira. Lei però è in camera col suo amichetto biondo e timido, nascosta a un mondo che non la può accettare. Lui poi va in piscina, lei lo raggiungerà  e sarà vendetta e bussare per sapere che ci sei mentre un treno li porta via. Forse raggiungeranno un’altra bambina che, in una dimensione diversa in 3D, scopre di avere due madri. Quale sarà quella giusta? si chiede Coraline mentre tutt’intorno un mondo di nera fascinazione la incanta. Scoprirà che i genitori sono quello che sono e quelli che la amano e lo vorrebbe dire al suo amico che vive anche lui nei cartoni. Solo che lui non c’è. E’ partito per un viaggio imprevisto insieme a un vecchietto all’inseguimento di un sogno a forma di palloncini. Tornerà sano e salvo e con un cane parlante, giusto in tempo per vedere in tivù l’ultimo incontro di un grande perdente coi capelli lunghi e tinti di biondo che però sul ring ha ancora qualcosa da dire, ha l’ultimo salto da fare, in faccia ai riflettori. All’uscita dal match la gente corre a casa che c’è il coprifuoco imposto dall’ultima rivolta esplosa nel campo degli alieni, arrivati senza preavviso e parcheggiati in una zona periferica della città. Pare ci sia un umano che stia creando problemi. All’interno. Lo stesso umano, con le sembianze modificate dal contatto alieno, mentre raccoglie un fiore speciale, alza la testa e vede un astronave sfrecciare in cielo. La riconosce. E’ l’Enterprise al suo viaggio inaugurale. Alla scoperta di mondi sconosciuti, verso nuove avventure, in un rollercoaster galattico.

Il mio anno di film visti al cinema, in una sorta di riassunto “corale”.

E l’immancabile classifica:

1. Inglorious Basterds
2. Up
3. Nemico Pubblico
4. Coraline
5. Lasciami Entrare
6. Gran Torino
7. The Wrestler
8. Star Trek
9. District 9
10. Revolutionary road

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s